Premio al carteggio di Giorgio Bassani

Fondazione G. Bassani News dalla Fondazione

Il Carteggio Giorgio Bassani-Giuseppe Dessì vince la XX edizione del Premio Vittoria Aganoor Pompilj
Il volume “Meditare, studiare, scrivere” è curato da Francesca Nencioni.

La cerimonia di premiazione avrà luogo il 9 settembre a Monte del lago, Magione, in occasione del Festival delle corrispondenze. il volume «Meditare, studiare, scrivere». Il carteggio Giorgio Bassani-Giuseppe Dessì (1936-1959) curato da Francesca Nencioni, Giorgio Pozzi editore, vince la prima sezione della XX edizione del Premio Vittoria Aganoor Pompilj riservata a “opere in lingua italiana nelle quali vengano pubblicati carteggi e/o corrispondenze epistolari di figure eminenti in ambito artistico, culturale, letterario o scientifico della società italiana”.

La giuria, composta da Maurizio Tarantino, presidente, (direttore biblioteca Classense, Ravenna); Adriana Chemello (Università di Padova); Isabella Nardi (Università degli Studi di Perugia); Vanni Ruggeri (storico); Mario Squadroni (Università degli Studi di Perugia), Alessandra Tarquini (Università degli Studi di Roma); Massimiliano Tortora (Università degli Studi di Torino); ha assegnato il riconoscimento ritenendo che il volume risponde pienamente ai criteri che negli anni la commissione giudicatrice si è data: impegno di ricerca archivistica, rigore filologico, interesse intellettuale e spessore etico delle lettere, buon inquadramento storico-culturale e biografico dell’introduzione.

Si tratta di 55 lettere ( 27 di Bassani e 28 di Dessì) che i due scrittori quasi coetanei (Dessì nato nel 1909 e Bassani nel 1916) si scambiarono in modo discontinuo per un quarto di secolo. La pubblicazione delle lettere fornisce al lettore l’occasione di entrare all’interno di un’amicizia umana e intellettuale dove i ruoli di maestro e discepolo sono destinati a capovolgersi, in relazione alle diverse stagioni della vita.

Bassani, noto al grande pubblico per essere l’autore del romanzo “Il giardino dei Finzi Contini” portato sul grande schermo da Vittorio De Sica, inizialmente discepolo ammirato diventa poi ascoltato recensore e fidato consigliere di Dessì, provato dalla malattia e incerto nel percorso personale e letterario.

I vincitori della seconda sezione, riservata a componimenti in forma di lettera, verranno resi noti in occasione della cerimonia di premiazione che avrà luogo il 9 settembre a Monte del Lago, Magione, nell’ambito del Festival delle corrispondenze in programma dal 6 al 9 settembre nel piccolo borgo lacustre in contemporanea con la sagra gastronomica La zzurla.

fonte: Corriere Pievese

LE FOTO DELLA PREMIAZIONE